PENNETTE CON CIPOLLA (Supplemento)

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

penne o maccheroncini rigati
cipolla bianca
passata di pomodoro
parmigiano
olio – burro

PREPARAZIONE:

In una padella con olio e burro far appassire la cipolla finemente affettata. Aggiungere la passata di pomodoro e il sale. Cuocere la pasta al dente e scolarla nella padella. Terminare la cottura e, fuori dal fuoco, aggiungere pepe e abbondante parmigiano.

TAGLIOLINI ALL’UOVO GRATINATI SCIMONE (Supplemento)

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

600 gr di tagliolini all’uovo
6 uova
100 gr di burro
80 gr di parmigiano
panna acida (yogurt,
panna, latte)
1 ctav di farina
sale – pepe bianco

PREPARAZIONE:

Preparare i tagliolini fatti in casa. In acqua bollente salata cuocerli qualche minuto molto al dente. In una coppa sbattere i rossi d’uovo col burro a temperatura ambiente e ben allungati con yogurt o panna acida e panna o anche latte, insaporendo con abbondante parmigiano, sale e pepe bianco. Condire i tagliolini, ben scolati e un po’ raffreddati, con i rossi d’uovo, mescolando bene in modo che ne siano tutti intrisi e, continuando a mescolare, con le chiare battute a neve. Versare i tagliolini in una pirofila imburrata, spolverizzarli con parmigiano grattugiato e un velo -ma proprio un velo- di farina, cospargendoli con qualche fiocchetto di burro se sembrano un po’ asciutti, facendoli gratinare in forno caldo a 200° per un quarto d’ora, o finché siano leggermente dorati.

LASAGNE PRIMAVERA

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

1 Kg di asparagi verdi
1 mazzetto di cipollotti
6 spicchi d’aglio schiacciati
500 gr di pisellini
(300 gr di fave surgelate)
4 o 5 filetti d’acciuga
300 gr di panna
300 ml di brodo vegetale (o di pollo)
1 limone
1 mazzetto di menta
2 coppette di formaggio in fiocchi
(ma, anche meglio, robiola o magari caprino)
parmigiano
lasagne fresche
olio evo – sale – pepe
timo – maggiorana

PREPARAZIONE:

In una casseruola versare cinque o sei cucchiai d’olio evo e rosolare gli asparagi affettati, scartando le parti legnose e tenendo da parte le punte. Aggiungere i cipollotti mondati e affettati (anche la parte verde, escluse le punte coriacee), i filetti di acciuga tritati con un po’ del loro olio e gli spicchi d’aglio spremuti. Sale e pepe. Grattugiare un po’ di buccia di limone e completare con un mazzetto di menta tenera tritata, i piselli surgelati e un po’ d’acqua calda. Quando il miscuglio di verdure è cotto e sta per asciugarsi, completare con la panna e il brodo. Coprire e fiamma al massimo, fino ad ebollizione. Infine schiacciare un po’ il composto, che così risulterà più spesso e completare con una coppetta di formaggio in fiocchi.
Sul fondo di una pirofila unta di burro versare un paio di mestoli di condimento, tenendola sul fuoco, quindi, a coprire, alcuni fogli di lasagne, cospargendoli di parmigiano, quindi altro condimento, altre lasagne, altro parmigiano, terminando con lasagne che andranno un po’ affogate nel sugo ribollente da sotto, con l’aggiunta di un po’ d’acqua calda per bagnarne bene il perimetro. Rifinire spargendo sulla superficie del formaggio a fiocchi leggermente diluito con acqua e spolverizzando ancora con abbondante parmigiano, distribuendovi sopra le punte di asparagi tenute da parte, dopo averle bagnate con olio evo e sale, mischiandole con qualche fogliolina di timo e/o di maggiorana.
In forno caldo sotto il grill al massimo, finché ben colorito e gratinato.

FETTUCCINE PRIMAVERA

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

320 gr di fettuccine
300 gr di pisellini
1 mazzetto di asparagi verdi
1 mazzetto di cipollotti
menta fresca
1/2 l di latte
1 limone
filetti di trota affumicata
parmigiano
olio evo
sale – pepe

PREPARAZIONE:

Mettere in una casseruola bassa, con qualche ctav di olio evo, i cipollotti affettati, gli asparagi pure affettati, salvo le punte, da lasciarsi intere, i piselli e la menta tritata grossolanamente. Spolverizzare con un ctav di farina, mescolare e versare il latte. Sale e pepe. Far andare a fuoco moderato, perché si addensi. Intanto in acqua bollente cuocere anche la pasta, da scolarsi molto al dente, tenendo da parte qualche mestolo d’acqua di cottura. Spremere il succo del limone nella casseruola e lavorare le verdure con un frullatore ad immersione, quindi completare con le punte degli asparagi e i filetti di trota affumicata a pezzettoni.
Versare nella casseruola uno o due mestolini d’acqua e la pasta, completandone la cottura. Servire con parmigiano.

SPAGHETTI ALLO SCOGLIO MAGICO

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

500 gr di spaghetti
200 gr di gamberoni
200 gr di gamberetti
200 gr di seppioline
200 gr di merluzzo
(o altro pesce)
300 gr di vongole veraci
(meglio “pevarasse”)
4 o 5 scampi
vino bianco – olio evo
aglio – prezzemolo
datterini
peperoncino – pepe
bottarga grattugiata
buccia di lime (o limone)
grattugiata

PREPARAZIONE:

Mettere le vongole in acqua e sale per farle spurgare almeno per mezz’ora. Alla fine un filo d’acqua corrente. Sgusciare e pulire gamberoni, gamberetti e scampi. Schiacciare uno spicchio d’aglio e metterlo nel wok con un giro d’olio evo. Togliere le teste dei gamberoni e aggiungerle nel wok con peperoncino. Sfumare con vino bianco e togliere le teste, dopo averle delicatamente schiacciate con un cucchiaio di legno (o un batticarne). Potendolo fare, si possono passare nella pentola dove verranno cotti gli spaghetti, tra il fondo e la griglia. Abbassare il fuoco e aggiungere nel wok le seppioline, i pezzetti di pesce, i datterini tagliati a quarti e del prezzemolo tritato. Sfumare di nuovo col vino bianco, abbassare il fuoco e coprire. In un quarto d’ora dovrebbe essere cotto tutto. Le vongole è più prudente farle aprire a parte con aglio, olio, prezzemolo e una spruzzata di vino bianco, per evitare problemi di sabbia. Toglierle quindi e metterle da parte, filtrando il sughetto. Aggiungerle agli spaghetti all’ultimo momento.
In acqua bollente poco salata cuocere al dente gli spaghetti. Controllare il contenuto del wok: se troppo asciutto, aggiungere un mestolo d’acqua di cottura degli spaghetti, se troppo umido, scolare gli spaghetti qualche minuto prima e terminare la cottura nel wok. Negli ultimi due o tre minuti, far cuocere i gamberoni e gli scampi (2 minuti), infine i gamberetti (1 minuto), subito prima di versare la pasta. Spadellare, aggiungendo anche le vongole messe da parte e impiattare.
Cospargere con un po’ di prezzemolo tritato e un po’ di pepe. Grattugiare sul piatto un po’ di buccia di lime (o limone) e, volendo insaporire, spolverizzare con un pizzico di bottarga. Un giro d’olio a crudo.

UOVO IN RAVIOLO SAN DOMENICO

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

8 dischi di sfoglia (15 cm di diametro)
100 gr di spinaci lessati
100 gr di burro
100 gr di parmigiano grattugiato
150 gr di ricotta di pecora
5 uova
noce moscata
tartufo (o salvia)
sale – pepe

PREPARAZIONE:

Tirare molto sottile una sfoglia per tagliatelle e ricavarne otto dischi di ca. 15 cm di diametro. Impastare gli spinaci lessati e saltati al burro con la ricotta, un uovo, 50 gr di parmigiano, noce moscata, sale e pepe, eventualmente con l’uso di un mixer. Dividere il ripieno in quattro parti e distribuirlo al centro di quattro dischi di pasta, avendo cura di formare una cavità al centro, come una scodellina, in cui verrà sgusciato un tuorlo d’uovo, facendo attenzione a non romperlo. Un pizzico di sale per ciascun tuorlo. Coprire ogni disco con uno di quelli restanti, dopo aver bagnato bene i bordi con acqua o latte e cercando di fare uscire per bene l’aria.
Lessare brevemente ciascun raviolone in acqua bollente salata e disporli uno per piatto. (Grattugiare abbondantemente del tartufo bianco). Fondere il burro a fuoco vivo con della salvia (in sostituzione al tartufo) fino a color nocciola. Cospargere i ravioloni di parmigiano grattugiato, quindi bagnarli col burro fuso.
Importante avere i piatti caldi, perché si possono lessare i ravioloni solo uno, o massimo due, alla volta. Dopo averli confezionati per la cottura, è utile disporli su quadrati di carta forno antiaderente.

TAGLIOLINI SAN DANIELE ALLO ZAFFERANO

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

300/400 gr di tagliolini
zafferano in polvere
panna fresca
250 gr di prosciutto
(San Daniele o Langhirano)
burro

PREPARAZIONE:

Con le solite dosi o dosi arricchite (tipo 300 gr di farina 00, 200 gr di semola, 2 o 3 uova intere e 4 tuorli, 1 cucchiaio d’olio evo, un pizzico di sale), impastare bene, far riposare l’impasto e tirare una sfoglia, da cui ricavare i tagliolini. Tenerne pronti circa la metà, facendo attenzione che non si attacchino fra loro. Tagliuzzare il prosciutto, tenendone da parte quattro o cinque belle fette con cui guarnire il piatto di portata. Mettere il prosciutto tritato in una capace padella con non molto burro e rosolarlo. Sciogliere in qualche cucchiaio di panna fresca lo zafferano in polvere e versare in padella. In acqua bollente salata (non troppo, perché anche il prosciutto può risultare saporito), cuocere per pochi istanti i tagliolini, aggiungere abbondante burro nella padella, scolarvi dentro i tagliolini umidi e saltarli, completandone la cottura. Fuori dal fuoco una bella cucchiaiata di Parmigiano.

PASTA RICOTTA E OLIVE

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

gr 250 di pasta corta
200 gr di ricotta
100 gr di olive taggiasche
100 gr di olive verdi
50 gr di grana padano
mollica di pane
olio evo – sale – pepe

PREPARAZIONE:

Mischiare la ricotta col formaggio grana, sale e pepe. Aggiungere all’impasto olive taggiasche e olive verdi denocciolate e tagliate a pezzi (preferibilmente quelle denocciolate e condite con peperoni, altrimenti aggiungere un pizzico di peperoncino). In acqua bollente salata cuocere della pasta corta (mezze maniche, penne, rigatoni). Frattanto grattugiare un po’ di mollica di pane e abbrustolirla in un padellino appena unto d’olio. Condire la pasta scolata con olio evo e la ricotta con le olive. Impiattare e spargere al centro del monticello di pasta le briciole tostate.

STRACCI ALLO ZAFFERANO CON ROMBO E POMODORO

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

gr 300 di farina 0
2 uova
1 bustina di zafferano
500 gr di rombo sfilettato
(anche branzino o coda di rospo
o San Piero)
1/2 cte di semi di finocchio
1 scalogno
1/2 bicchiere di vino bianco
2 pomodori perini
olio evo, sale e pepe

PREPARAZIONE:

Impastare farina setacciata, uova e zafferano sciolto in poca acqua calda, con 1 ctav di olio evo e un pizzicotto di sale. Lasciar riposare. In una padella versare 5 ctav di olio evo, lo scalogno tritato, i semi di finocchio pestati nel mortaio, una scorzetta di limone e il pesce a cubetti. Rosolare e quindi sfumare col vino bianco. Togliere il limone. Salare e pepare. Cuocere al dente la pasta già preparata in forma di pappardelle coi bordi dentellati, scolarla umida e spadellarla col pesce. Sul piatto da portata cospargerla con una dadolata di pomodori spellati e privati dei semi. Meglio condire i pomodori con un pizzico di sale.

FAGOTTINI DI PASTA FILLO

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

2 porri
2 patate
1 rotolo di pasta fillo
tuma piemontese – fontina
(gorgonzola – taleggio)
parmigiano
olio – burro
sale – pepe

PREPARAZIONE:

Imburrare cinque o sei piccole cocottine. In una padella con burro e olio cuocere le patate sbucciate e fatte a cubettini e i porri affettati. Salare, pepare e far raffreddare. Tagliare a cubetti una formetta di tuma piemontese. Se non è tanto saporita, tener pronto anche qualche fiocchetto di gorgonzola o sostituirla con taleggio o fontina. Aprire il rotolo di pasta fillo. Tagliare i fogli in due. Utilizzare due mezzi fogli per ogni forma: stendere sul piano il primo, spennellarlo con burro fuso, sovrapporvi il secondo ruotato di novanta gradi e spennellarlo col burro. Spostare i due fogli sulla prima cocottina sistemandoli delicatamente in modo da accogliere il ripieno di porri e patate. Spargere sopra il ripieno un po’ di cubetti di formaggio, una macinata di pepe, un po’ di parmigiano e quindi chiudere il fagottino tagliando con una forbice l’eventuale eccesso di pasta. Spennellare anche l’esterno col burro fuso e infornare a 180° per 20/30 minuti. Se necessario, per colorire, passare sotto il grill per qualche istante.

LOSANGHETTE AI FAGIOLINI

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

200 gr di farina
2 uova
500 gr di fagiolini
1/2 cipolla viola
vino bianco
burro + parmigiano
sale + pepe

PREPARAZIONE:

In una padella, a freddo, mettere a rosolare i fagiolini mondati e tagliati a pezzetti, con mezza cipolla pure tritata grossolanamente e abbondante burro. Con farina , uova e un pizzico di sale preparare un impasto che, dopo riposato, verrà steso abbastanza spesso (n. 4). Mettere a bollire dell’acqua. Sfumare con vino bianco i fagiolini. Tagliare la sfoglia prima a strisce, poi trasversalmente, in modo da formare delle losanghette. Cuocere nell’acqua bollente salata e mantecare nella teglia dei fagiolini con abbondante parmigiano a fuoco spento. Una macinata di pepe.

PASTA ALLA CIPOLLATA

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

pasta corta
cipolle borettane q.b.
sale – pepe
vino bianco – acqua
burro – parmigiano

PREPARAZIONE:

Affettare e tritare abbastanza finemente le cipolle mondate e metterle in una casseruola con burro abbondante. Stufarle a fuoco dolce, evitando assolutamente che si rosolino, sfumarle con vino bianco e aggiungere, se occorre, un po’ d’acqua bollente della pasta. Salare e pepare.
Scolare la pasta e condirla con la salsa di cipolle ben ammorbidite, finendo con una bella manciata di parmigiano.

PASTA CON LE NOCI

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

300 gr di calamari
100 gr di gorgonzola
3 ctav di farina di noci
fiori di zucca
zafferano o curcuma
1 cipolla piccola viola
1 bicchiere di panna fresca
vino bianco, olio evo, burro
sale e pepe

PREPARAZIONE:

In una casseruola, con olio e burro, far rosolare una cipolla piccola tritata finemente. Sfumare con un po’ di vino bianco. Aggiungere due manciate di farina di noci, mescolare bene e poi metterci il gorgonzola pulito e a pezzetti. Attenzione che non si attacchi. Versare sul composto mezzo bicchiere di panna. Pepe nero e sale grosso. Via dal fuoco. Un po’ di zafferano in polvere o curcuma. Infine qualche fiore di zucca pulito e affettato. Ancora un po’ di panna, solo se proprio occorre. Spadellare la pasta, calamari, cotta in acqua bollente salata. Parmigiano.

FAGOTTINI DI BURRATA AL TIMO

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

500 gr di farina ( anche semola)
4 uova + 2 tuorli
500 gr di stracciatella di burrata
100 gr di ricotta, 50 gr di parmigiano
50 gr di pomodori secchi
zucchine, aglio, timo fresco, pinoli
sale – pepe bianco – noce moscata

PREPARAZIONE:

Impastare farina, uova e timo sminuzzato, far riposare e tirare una sfoglia sottile. Nel mixer mettere ricotta con stracciatella per poi addensare il composto con parmigiano e riponendo in frigo. Una bella macinata di pepe bianco e noce moscata. Aggiustare di sale. Aggiungere, eventualmente, al composto, per insaporirlo, qualche pomodoro secco, ammorbidito in olio e tagliuzzato a cubetti. Preparare quadrati di pasta, bagnare i bordi con un pennello, farcire e chiudere a fazzoletto, realizzando dei fagottini. Cuocere al dente. Mettere in padella olio e aglio, poi le zucchine (solo esterno) a cubetti e infine i pomodori pure a cubetti. Condire con burro fuso e versare sopra le verdure, qualche pinolo scottato e qualche filetto di stracciatella.

TIMBALLO DI MACCHERONI ELSA

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

300 gr di maccheroni rigati
150 gr di fegatini
250 gr di ventrigli
concentrato di pomodoro
cipolla
parmigiano, pangrattato
400 gr di pasta frolla
1/2 l di besciammella
(pisellini, pancetta stagionata)

PREPARAZIONE:

Procurarsi uno stampo da zuccotto. Tagliare i ventrigli a fettine sottili. In una padella stufare nel burro mezza cipolla affettata, poi mettere i ventrigli affettati, il concentrato e un po’ d’acqua o brodo. Mettere il coperchio e far andare, aggiungendo del brodo se asciuga troppo. Cuocere i maccheroni al dente. Quando i ventrigli sono cotti, aggiungere per qualche minuto i fegatini sminuzzati, e quindi condire la pasta con l’aggiunta di abbondante parmigiano.
Ungere lo stampo con burro e spolverizzare di pangrattato. Stendere una normale pasta frolla (200 gr farina, 2 tuorli, 100 gr burro, 100 zucchero -meglio un po’ meno-, rapatura di limone) e rivestirlo. Forare con una forchetta e riempire con la pasta condita e un po‘ raffreddata, comprimendo bene.
Chiudere con un tondo di pasta frolla e sigillare con cura i bordi. Punzecchiare. In forno caldo a 180° per 45 minuti.
Io condisco anche con 1/2 litro di besciamella e anche, volendo, con qualche cucchiaiata di piselli stufati.

RAVIOLINI DI POLENTA (PLIN)

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

300 gr di farina
3 uova – olio evo
sale

1 uovo – noce moscata
100 gr di parmigiano
300 gr di polenta fredda
(baccalà alla vicentina o
spezzatino al pomodoro,
o mousse di mortadella e formaggio)

150 gr di parmigiano
1/2 bicchiere di panna

4 porcini freschi
aglio – prezzemolo
olio – sale – pepe

PREPARAZIONE:

Mettere nel mixer la polenta fredda con l’uovo, il parmigiano e la noce moscata, ottenendo una crema per farcire i raviolini. La farcia può benissimo riuscire anche con resti di baccalà alla vicentina o di spezzatino al pomodoro commisti con la polenta, o, senza polenta, con la mousse di mortadella e formaggio. In questi casi il condimento potrà essere semplicemente burro fuso e parmigiano.
Con farina, uova e olio ottenere un impasto da far riposare e quindi da stendere in sfoglia sottile con la macchina, in modo da avere delle strisce. Col sac a poche stendere una lunga farcitura su ogni striscia. Ripiegare la pasta su se stessa in modo da chiudere la farcia e pizzicare con due dita a distanza regolare (ca. 2 cm), poi ripiegare un’altra volta, togliere con la rotella la pasta in eccesso e dividere, sempre con la rotella, i vari raviolini. Cuocere in acqua bollente salata.
Portare la panna prossima all’ebollizione, mettervi il parmigiano grattugiato e a scaglie, ottenendo una fonduta. Saltare i porcini freschi (o surgelati) in padella molto calda, con olio, aglio e prezzemolo. Disporre nel piatto i raviolini sopra la fonduta, condendoli con i funghi, parmigiano e una macinata di pepe.

NASTRINI DI SEMOLA E TIMO ALLE VONGOLE

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

100 gr di farina 0
200 gr di semola
2 uova – acqua q. b.
timo fresco – sale

pepe nero- olio evo
vino bianco – prezzemolo
1 spicchio d’aglio
1 kg di vongole

PREPARAZIONE:

Impastare le farine con le uova, foglioline di timo, un pizzico di sale e acqua q.b. Far riposare. Tenere le vongole in acqua e sale per spurgarle. Anche una mezz’oretta con un filo d’acqua corrente. In una padella calda con olio evo e uno spicchio d’aglio schiacciato mettere le vongole con uno spruzzo di vino bianco. Coprirle e farle aprire.
Sgusciarle e lasciare i molluschi immersi nell’acqua di governo filtrata.
Con la pasta, tirata non troppo sottile (n. 4 della macchina), fare dei quadrati e realizzare delle farfalle schiacciando bene al centro. Cuocerle fino alla ripresa del bollore in acqua bollente molto poco salata e spadellarle con le vongole, con aggiunta di prezzemolo tritato, finché non abbiano assorbito tutta l’acqua. Servire con una bella macinata di pepe nero e un giro d’olio.

CANNELLONI AL CACAO CON MOUSSE DI MELANZANE

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

100 gr di semola rimacinata
200 gr di farina 00
3 uova + 2 tuorli
40 gr di cacao amaro
1 ctav di olio evo
1 pizzico di sale

500 gr di ricotta vaccina
2 melanzane
1 ciuffo di basilico
pecorino o parmigiano
peperoncino
30 gr di olio evo
sale – pepe

50 gr di datterini
poco olio – basilico
sale e pepe

300 gr di burrata

burro fuso
parmigiano

PREPARAZIONE:

Mischiare semola, farina 00 e cacao, fare la fontana, aggiungere uova, olio e un pizzico di sale, impastare, far riposare e stendere una sfoglia abbastanza sottile. Ricavarne dei rettangoli, precuocerli in acqua bollente salata, raffreddarli in acqua fredda salata, asciugare infine su un canovaccio cosparso di parmigiano.
Preparare la farcia, tagliando le melanzane semisbucciate a dadini e friggendole in poco olio. Mischiare quindi nel cutter le melanzane fritte, la ricotta, il basilico, l’olio, il formaggio grattugiato, sale e pepe.
Deporre la farcia sui rettangoli di pasta, ungerne un bordo con burro fuso e avvolgerli intorno alla farcia. Deporli allineati e con la saldatura al di sotto in una pirofila imburrata, spennellarli abbondantemente con burro fuso e cospargerli di formaggio grattugiato. In forno caldo a 180°, coperti con carta d’argento, per 40 minuti, poi cinque minuti di grill al massimo per gratinare.
Servire i cannelloni gratinati su un letto di stracciatella, conditi con pomodorini datterini tagliati a metà e saltati in poco olio, con qualche foglia di basilico.

PASTA ALLA GRICIA

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

160 gr di pasta corta
200 gr di guanciale
100 gr di pecorino
vino bianco
pepe

PREPARAZIONE:

Tagliare il guanciale a listarelle e metterlo in una padella unta d’olio, per rosolarlo, ma non troppo. Buttare la pasta (mezze maniche, penne, fusilli) e far cuocere al dente. Sfumare il guanciale con un bicchiere di vino bianco e far evaporare a fiamma alta. Spadellare la pasta, aiutandosi con un po’ d’acqua di cottura. Fuori dal fuoco mantecare con parecchio pecorino e un’abbondante macinata di pepe.

CARBONARA ALLE ZUCCHINE

VALUTAZIONE:

INGREDIENTI:

300 gr di penne
1 cipolla
150 gr di guanciale
3 zucchine
vino bianco
2 uova
parmigiano/pecorino
sale, pepe, olio evo

PREPARAZIONE:

In una padella far cuocere in olio e burro a fuoco vivo una cipolletta affettata, il guanciale a striscioline, poi le zucchine affettate, un po’ di vino bianco, sale grosso.
Sbattere un uovo intero e un tuorlo col pecorino e /o il parmigiano, con molto pepe macinato al momento, fino ad ottenere una crema. Condire la pasta scolata e finirne la cottura nella padella sul fuoco e, fuori dal fuoco, versarla bollente nella ciotola con uova e formaggi, mescolando velocemente.